lunedì 4 maggio 2015

OKINAWA PER IL NEPAL


Ieri pomeriggio e sera si è tenuto un raduno speciale lungo Kokusai-dori, nei pressi del centro commerciale Palette e della prefettura di Naha. I numerosi studenti nepalesi che da un anno a questa parte hanno 'preso d'assalto' (visto studentesco + lavoro part-time) la città hanno fatto una grande colletta per il dopo-terremoto. Aiutati dall'Oknawa ONG Center e dalla scuola JICE/IRESCO, in circa sei ore hanno raccolto oltre un milione di yen che saranno dati nei prossimi giorni a Médecines sans Frontièrs. Nessuno si fida più dei governi di qualunque Paese, dunque meglio un'organizzazione 'pulita', al di sopra di sospetti.




Più tardi, nella piazzetta prospiciente la prefettura, gli studenti nepalesi hanno formato una mappa del Nepal sul marciapiedi con candele (Ikea?) e la scritta 'Pray for Nepal'. Il vento non è stato di aiuto (Ikea ha la miccia corta), però alla fine ce l'hanno fatta. L'inno nazionale nepalese (credo), cantato dai giovani, ha concluso l'evento.








Touching ceremony, Sunday evening, by Palette Mall and Naha's Prefecture along Kokusai-dori. The huge Nepalese community, helped by the nice personnel of Okinawa NGO Center and of JICE School and IRESCO, made a collection for the reconstruction of Nepal after the terrible earthquake. Then a map of Nepal has been drawn with candles on the floor and the Nepalese students sang their national anthem.




Sto pensando, in occasione del Matsuri Latino che terremo a giugno, di organizzare un mercatino delle pulci il cui ricavato da destinare alla medesima organizzazione. In attesa di conferme...
Per concludere: brava Okinawa, hai fatto la tua parte!




Nessun commento:

Posta un commento