sabato 19 maggio 2018

ITALIAN(O) VEGAN(O)



THANKS A LOT to all the nice friends that today came to my Italian vegan cooking class at Taste of Okinawa restaurant. It has been a real pleasure meeting you and cooking for you. Ten people - nine ladies and one gentle gentleman - from six different countries! Australia, Brazil, Bulgaria, India, Japan and U.S.A., plus an Italian guy... We made 1 kg of strozzapreti and 1 kg of piadina, then a serious amount of friggione, caponata and peperonata. Dolce and espresso a go-go. Fun and calories.


















A special どもありがとうございます to Tomo-san - owner of Taste of Okinawa - and to his gentle sister Rina-san, very helpful both, as usual. And also a special GRAZIE to Luna-san for giving me a new cage for cats TNR, for buying some goods of Europa Vintage Okinawa and for the nice photos, to Fumie-san for her healthy veggies from her farm in Nanjo, to Mirco-san for the precious transport-help, to Payal-san for saying that my food was better than the one she just had in Puglia (I know, it's a lie, but I loved it!) and to Sam-san to say 'mangia! mangia!' in Italian(o). An arrivederci to Rhonda-san, and buona fortuna! for your next adventure (food first) in Napoli.





Next project (sooner or later, maybe in a couple of months): a COFFEE cooking class. Please, stay tuned, CIAO!

lunedì 7 maggio 2018

I COLORI DI OKINAWA - COLORS OF OKINAWA


Fino al 20 maggio a Shintoshin, dietro il Museo d'Arte di Naha, è possibile vedere la mostra collettiva di fotografia Colors of Okinawa, sponsorizzata dall'Assessorato al Turismo di Okinawa.





Mie le due immagini di apertura, contenute anche nel libro fotografico Okinawa - Inseguendo l'istante.
Grazie a Gino Goya per le foto della mia personcina!


lunedì 16 aprile 2018

QUARTO NIPPOPARTY!


GRAZIE infinite/di cuore! a tutti gli amici che quest'anno sono venuti alla quarta edizione del Nipponparty, ormai una tradizione per i mattoni, le margherite e i gatti di Palesio. Ancora una volta siamo tornati a casa capovolti dai cibi e dall'iniezione di primavera emanata dal posto. 









Personalmente sono tornato a casa travolto anche da circa sei ore da nippo-mercante, fare il commesso è decisamente un lavoro duro, anche se si è proprietari dell'azienda. Al di là del risultato economico, sono sempre molto felice di distribuire figatine esotiche giunte sui colli bulagnesi da oltre 9000 km di distanza e da un Paese ricco di, appunto, figate. 














Come sempre un enorme GRAZIE a Eleonora Santa Subito e Sempre e Forever per la sua disponibilità e gentilezza nell'ospitare e organizzare, assieme alla mia personcina, tutta la fazenda. Quest'anno non ce l'avremmo fatta senza l'aiuto insostituibile di Massimo-san, grande esperto di tecnologia applicata alla quotidianità (a Lui si devono il taglio dell'erba, le grucce per appendere le nippovesti e molta manovalanza sudata). Grazie anche al clan Scòzzari (accento sulla o, mi racc.), questa volta pervenuto al completo, almeno nella sua falange maschile fin dalle lontani Alpi romagnole. Grazie agli amigos a cui ho rubato un po' di queste foto (Tiziano in primis) e a quelli di antica data (quanto la mia) pervenuti, nonché a quelli nuovi di fabbrica conosciuti in cotanta circo stanza. 























Last but manco un po' least, grazie agli amici che hanno acquistato le primissime copie di mio figlio; nulla di meglio, per un battesimo, di un'orgia bucolica in quel di Palesio.


Arrivederci all'anno prossimo, magari in concomitanza a una mostra di Satoko, se gli dèi lo vorranno!