martedì 13 febbraio 2018

INSEGUENDO L'ISTANTE


Siore e Siori!
Anno nuovo, vita quasi nuova (si fa per dire, a cinquantadue anni suonati). Ho fatto un bambino. Non in carne, ossa e opinioni, che in giro è già pieno di ciccia pazza e ci siamo già mangiati tutti gli animali, inquinato acque, terre e cieli. Ma in carta patinata - chiedo scusa agli alberi. 
Dopo sette anni di fatiche fotografiche in terre okinawensi, il 9 aprile ho partorito un libro fotografico intitolato 'Okinawa - Inseguendo l'istante'.  Con 200 immagini a colori e un testo introduttivo e didascalie in tre lingue (italiano, giapponese, inglese), è incentrato sulla gente di Okinawa - locali e stranieri - colta in momenti particolari: festival e folclore, cultura okinawense, musica, karate, la questione delle basi militari americane, la difesa dell’ecosistema, lo sport, gli influssi culturali dal Giappone e dagli U.S.A.



Tempo fa avevo scovato per caso un altro, bellissimo libro su Okinawa (qui sopra). Esattamente come lo avrei voluto io. Invidia a manetta. Se loro sì, perché io no? In realtà nelle librerie di Naha i libri fotografici sull'arcipelago sono fiacchissimi. O stampati alla cazzo-di-Hachiko o con foto di ultima o su argomenti che alla terza pagina ti ammazzano di sbadigli. Volevo qualcosa di diverso.
Da anni mi batto (con me stesso e con l'universo) per un unico e solo tipo di fotografia ricco di sapore - a parte, ovvio, quella naturalistica e quella ginecologica. 
Vade retro, Concettuale! 
Vade retrissimo, Arte!! 
Max respect per i fotografi che passano sei mesi in una pozza di melma e zanzare per immortalare il nanosecondo in cui un leopardo lecca la pozzanghera mentre un camaleonte appollaiatogli sul fondo schiena cattura una cavalletta srotolando la lingua di cinque metri appiccicosi. Dio, a benedire il tutto, sullo sfondo.
Da anni, diciamo da quando ho raggiunto l'età adulta, amo quasi solo fotografare gente strana mentre fa cose strane. Coglierli nell'attimo irripetibile, se possibile con ironia o, quanto meno, mentre fanno qualcosa di significativo. 
Vade retro tramonti, cartoline, spose radiose, bambini troppo carini, gattini (no, questi ultimi sono santi; nel libro ce n'è qualcuno, come è giusto che sia).



In questo periodo ho sudato moltissimo. Per trovare uno stampatore che non mi dissanguasse. Per organizzare delle presentazioni in Italia. Per chiedere la liberatoria ai soggetti ritratti, almeno a quelli che conosco. In un primo momento pensavo di far stampare il volume da un editore indigeno, di Itoman. Alla fine dei conti l'indigeno mi voleva fottere tutto il salvadanaio, per cui ho dirottato su uno stampatore bolognese che mi ha chiesto un terzo rispetto al criminale di Itoman (e dire che quest'ultima ridente località è popolata solo da onesti pescatori, contadini e alcolisti di buon cuore).





Durante il Giro d'Italia di aprile ho tenuto ben CINQUE presentazioni pubbliche del libro:

- la primissima, il 18 aprile, presso il Centro Studi d'Arte Estremo-Orientale a Bologna. 





Bologna








- la secondissima, il 20 aprile, presso la mediateca di San Lazzaro di Savena (Bologna).





San Lazzaro di Savena (Bologna)




- la terza, il 23 aprile presso Ca' Foscari, Venezia.




- la quarta, il 26 aprile a Torino, presso l'Associazione Passi di Pace (sono notoriamente un pacifista).





Torino










- la quinta e ultima, il 27 aprile, a Milano da bere, presso la Bottega p'Artigiana (sono notoriamente un partigiano).





Milano




La fèsspagina dedicata al libro:
www.facebook.com/okinawa.chasingthemoment

Cari amici in Italia, se qualcuno di voi volesse una copia del libro vi ricordo che essendomelo prodotto con i sudati risparmi dopo aver frantumato il salvadanaio NON lo troverete in libreria. Vi faccio inoltre notare che la mia mamma è santa e, nonostante i 35 annetti per gamba, disponibile a spedirvene una copia per posta (raccomandata come 'piega di libri'). L'operazione vi costerà la vorticosa cifra di 30 euro rotondi (25 di creatura e 5 di gabella alle poste italiane), previo comunicarmi (pietroscozzari@gmail.com) il vostro indirizzo postale + fare un accredito per la suddetta cifra sul mio conto bancario (vi darò, nel caso, i dettagli).



Pubblicato sull'Okinawa Times il 20 maggio

Potete trovare il libro presso:



la libreria Jinon di Ginowan


il B&B La Passione di Naha (GRAZIE Francesca!)

Per gli italo-amici in Nippone che lo volessero posso inviare il volume da Okinawa: costo dell'operazione 3500 yen per quasi un chilo di libro (far arrivare i volumi a Naha mi è costato 5 euro l'uno...) + spese di spedizione (360 yen).
ARIGATISSIMO!








2 commenti:

  1. Mi dispiace molto non poter partecipare a nessuna di queste date questo mese.E anche che nessuno un pò più giù verso Roma abbia potuto organizzare un evento per presentare il suo libro.Sarebbe stato più facile esserci.
    Sono stata ad Okinawa ( Zamami e Naha ) e un pezzetto di kokoro è rimasto là, quindi in ogni caso, il suo libro lo acquisteremo.Grazie per questo "figlio" e sicuro gli vorremo bene!Io poi gli farò pubblicità come potrò attraverso i miei contatti ed instagram!;) Buon viaggetto-vacanza-presentazione libro Pietro!

    RispondiElimina
  2. GRAZIE per il bel messaggio, Joy! Peccato non incontrarci... Avrei voluto molto più tempo per presentare il libro in giro non solo nel nord Italia, ma... ho i giorni contati. Alla prossima, ciao!

    RispondiElimina